Un gioco, si può tranquillamente dire che è nato tutto per gioco, per scherzo, ben dieci anni fa.

silhouette-3

L’adolescenza è l’età dove si è più ricchi di sogni e di speranze, così io insieme ad un mio carissimo amico sognavamo il “nostro” parchetto di Ventoso pieno di gente vogliosa di bella musica e divertimento, dimostrando che anche noi, nonostante l’età, eravamo in grado di realizzare qualcosa in cui credevamo, così nell’estate del 2006 realizzammo la prima edizione della manifestazione musicale “VENTOSO IN CONCERT”, la quale riscosse notevole successo tra giovani e meno giovani della nostra Repubblica e circondario.

Felici dell’esito proseguimmo nelle nostre vite di tutti i giorni, fino a che, proprio in uno di questi normalissimi giorni, durante una riunione scout, incappammo in due persone: Marco Casali e Giannino Cervellini, i quali ci parlarono di Padre Marcellino Forcellini e dell’opera missionaria che da ormai quarant’anni svolgeva in Africa.

 

marcellino_h-3Ciò che ci colpì più di tutto fu la gratuità con la quale Marcellino aveva offerto la sua vita e con la quale Marco e Giannino si spendevano in suo aiuto, magari un piccolo aiuto, ma in esso ci stavano mettendo l’anima, cercando di trasmettere con ciò che facevano che l’aiuto può venire da tutti, basta avere la forza di mettere in gioco le proprie capacità e ciò di cui si dispone.

 

Così anche negli anni successivi riorganizziamo il “nostro” concerto, ma non più per divertimento, lo scopo ora era di mettere a disposizione di altri ciò che ero capace di fare, devolvendo l’intero ricavato alla missione di Lubumbashi in Congo. Tanti ragazzi e amici hanno aiutato ogni anno, ed è grazie agli aiuti che questo evento può andare avanti, grazie ai Ragazzi del Ventoso se vogliamo usare le parole di Marcellino di quando abbiamo avuto l’immensa gioia di averlo presente nel 2009. Ciò che vorremmo sottolineare è che questo evento è va in aiuto dei nostri fratelli africani, ma soprattutto serve a noi giovani “benestanti”, “occidentali” per ricordarci che siamo parte del mondo e che il momento è ora, non è presto per mettersi in gioco e che anche il divertimento va vissuto con coscienza.

Questo è ciò che per un insieme di cose si è venuto a creare negli anni, grazie all’aiuto di tante persone ed enti che hanno creduto in noi e ci hanno stanziato fondi per la realizzazione del nostro sogno: migliorare il mondo con quello che più ci aggrada, la musica.